Ciao, sei sulla versione mobile del mio sito. Da smartphone leggi meglio in verticale, da tablet in orizzontale

Blog – Rocco Rossitto

  • MiceCars

    Intervista ai Micecars per Italica!   Da dove nasce il nome della band e perché questo nome Peter t./Little p.: MiceCars nasce da un gioco di rimandi e assonanze linguistiche intrapreso nel momento in cui abbiamo deciso di formare un gruppo. Il nome ci è piaciuto subito perché facile, ironico e per niente altisonante

  • Italica! – Che cos’è Italica!(?)

    Italica è il tag con cui verranno identificate le interviste rivolte a band italiane che la critica amerebbe definire “indipendenti” e “giovani” (quando finisce la gioventu’?). A me non interessano molto le definizioni, anche se a volte necessarie per mettere un po’ di ordine e far orientare il lettore. Dunque Italica intervista queste band, via email, e con delle domande…

  • Giordano Sangiorgi – Mei Festival

      Tre domande a Giordano Sangiorgi, patron dei Mei, Meeting Etichette Indipendenti che si terrà a Faenza il 29 e 30 novembre prossimi. Che differenze tra questa edizione e quelle passate

  • Proiettili Buoni(ssimi)

    Mi è arrivato proprio ieri, ma ho avuto il tempo di aprirlo solo stamattina. Di un sabato qualunque… Dunque si tratta di un disco di una banda dal nome Proiettili Buoni. Componenti: Marco Parente, Paolo Benvegnù, Gionni Dall’Orto e Andrea Franchi.

  • The Rapture – Tapes

    I The Rapture, che storia! Sono punk e sono dancer, vengono da New York. Tapes, attenzione, è però un disco compilato. Ovvero una compilation di canzoni altrui realizzata per la regina delle etichette elettroniche, la tedesca !K7. Risultato? 21 tracce piene di trash, tanto trash da diventare culto. Per esempio Syclops con “Where’s Jason’s k”: con un groove da paura.…

  • Amp Fidder, Sly & Robbie – Inspiration Information

    L’attacco è con un “hummmm” molto sinuoso e una linea di basso che vibra come uno tsunami. Questa è la scena che si presenta alla traccia uno: spettacolo! Ma di cosa stiamo parlando? Di un’esperimento. Infatti la strepitosa Strut, che si caratterizza per compilation ha creato una nuova serie dal titolo “Inspiration Information”, mettendo un artista contemporaneo (in questo caso…

  • BombTheBass – Future Chaos

    Lavoro interessante quello di BombTheBass ovvero Tim Simenon che qualcuno ricorderà per essere uno dei pionieri della house music inglese. Qui invece da molta più forma alle sue tracce, incanalandole verso qualcosa di riconoscibile, ma proprio dentro questi schemi che riesce a non essere banale. I battiti sono a volte più ovattati come in Butterfingers, altre volte più metallici come…

  • The Metthew Herbert Big band – There’s me and There’s you

    Flash Back, è il 2003 e tutti parlano di Matthew Herbert perché ha fatto un disco streopitoso “Goodbye Swingtime”, con una big band. Inoltre lui proviene dall’elettronica e questo passaggio al “jazz” e ai suoi derivati desta scompiglio e applausi. Flash Foward: siamo nel 2008 e There’s Me and There’s you continua su quella rotta, ma non sulla stessa strada,…

  • Andrea Soggiu

    Le apparenze inganno: viso sorridente, piccoletto, simpatico con tutti. Invece picchia duro. Già, perché se si parla di drum’n’bass lui sta una spanna sopra gli altri. Tra le altre cose è uno degli organizzatori della street parade made in Catania. Allora, Soggiu, chi sei?

  • Lampedusa 04

    Dall’alto la spiaggia dei Conigli mozza il fiato. Stringe l’aria in gola, ne fa passare quanto basta per poter decidere di farla finita in questo posto. Magico. Dall’alto ti senti padrone di questo lembo di costa, della spiaggia e dell’isola che sembra poterla toccare con mano. Poi scendi, e ti viene voglia di correrre. Ad aprile c’è anche una luce…