Ciao, sei sulla versione mobile del mio sito. Da smartphone leggi meglio in verticale, da tablet in orizzontale

Se Prezi parla italiano, proverò a parlare Prezi

Se Prezi parla italiano, proverò a parlare Prezi
21 settembre 2015 Rocco Rossitto

Screenshot 2015-09-21 10.33.35

Ho iniziato a mettere mani alle presentazioni utilizzando Power Point per poi utilizzare in maniera definitiva Keynote. In mezzo, durante gli anni in cui “giravo” su Linux, ho usato “Presentazione” di Open Office, programma che uso anche adesso per scrivere.

Come te che leggerai questo post probabilmente l’esperienza con un .ppt non è sempre stata delle migliori, ma è stata “necessaria”. Idem con “Presentazione”. Nessun problema ho avuto in questi anni con la creazione di presentazioni con un .key: il programma presenta tutto quello di cui ho bisogno.

Ma il problema con il .key non sono io, sono gli altri: spesso, per i più svariati motivi, non riesco a collegare il mio computer. Così capita che ti chiedano di “stampare” tutto in .pdf. Questo è un grande problema per me e se hai mai usato un elenco in una presentazione ci siamo già capiti. Idem per i video.

Insomma: parlare con un supporto dietro è una faccenda seria, se serie sono le cose che hai da dire. In questo periodo poi, già da un po’ in vero, ho qualche problemino con l’idea di fare formazione con delle slide dietro, perché ho una idea sempre più pratica di formazione, dove la teoria conta sempre meno perché sempre più “raggiungibile” su articoli, post, libri, video etc.

Così quando Prezi mi ha contattato (sì, #èperlavoro, sia questo post che il test) chiedendomi di testare per un po’ la piattaforma che adesso parla in italiano ho avuto qualche dubbio: a che mi serve uno strumento per creare presentazioni dal forte impatto visivo e narrativo? C’ho pensato un po’ su e in realtà il punto sta tutto qui ed era sotto il mio naso: sono stufo delle solite slide “immagine bella + testo breve”. Quindi uno strumento come Prezi, sulla carta, potrà aiutarmi molto a cambiare punto di vista.

I numeri poi, di Prezi, sono molto forti, sono di fatto una storia. Eccola:

60 milioni di utenti in tutto il mondo, 190 milioni di prezi pubblicamente condivisi, 1 miliardo di visualizzazioni Prezi, 2711 anni spesi a guardare Prezi, 350 mila utenti italiani registrati a Prezi che ogni ora effettuano oltre 300 visualizzazioni di una delle tantissime presentazioni in archivio.

A questo link https://prezi.com/explore/staff-picks/ puoi trovare un po’ di cose che la gente, in giro per il mondo, fa con Prezi.

E io? Io proverò a farci le seguenti cose:

  • presentazioni per clienti scettici che hanno bisogno di essere colpiti;
  • presentazioni per interventi pubblici che non addormentino la platea;
  • slide per incontri e corsi di formazione dove si razzola molto e si predica poco.

Scrivo su blog e riviste. Mi occupo di comunicazione e marketing sul web come digital strategist con focus sui media sociali.