Ciao, sei sulla versione mobile del mio sito. Da smartphone leggi meglio in verticale, da tablet in orizzontale

Twitto dunque #Bto2012

Twitto dunque #Bto2012
3 dicembre 2012 Rocco Rossitto

L’analisi qualitativa della mia presenza al #Bto2012 l’ho riassunta in questo breve post e la sintezzo qui brutalmente: un’esperienza favolosa.

Ok, ma su twitter che è successo? Ero stato invitato a raccontare in rete, insieme ad altri 10 storytellers, il #Bto2012 e dunque questo ho fatto: ho twittato.

Questa “mappa” realizzata da Blogmeter spiega, visualizzando la rete delle citazioni, quello che su twitter è successo, almeno in termini di citazioni intorno all’hashtag #Bto2012.

Come riportato da Vincenzo Cosenza nel suo post, al #Bto2012 gli utenti su Internet  “hanno prodotto 10.539 tweet da 1.660 account“.

Importante (per i non addetti ai lavoratori): la mappa visualizza le mention ricevute, ovvero quante volte gli utenti sono stati citati da altri utenti, non quante volte hanno twittato. In parole poche quanto sono stati al centro delle discussioni con argomento #Bto2012 e non quanto hanno “parlato da sole.”

E se proprio volete saperne di più qui potete trovare quello che ho scritto con argomento #bto2012 e qui invece le citazioni ricevute sempre con argomento #bto2012.

Ancora: grazie ad alcuni tool gratuiti cerco di monitorare la mi attività su Twitter. Lo faccio sia perché sono un po’ fissato di metriche, sia perché le metriche mi danno in che direzione sto andando. Per esempio: è giusto o no per la mia audience twittare tanto durante un evento? Io lo faccio a prescindere ma alcuni risultati confermano (a mio modo di vedere) la mia idea. Per esempio, nel periodo dal 28/9 al 2/12 (periodo di riferimento miei tweet con  argomento #Bto2012

• +143 followers – 18 follower
• oltre 500 miei tweet sono stati retwittati almeno una volta
• ad alcuni utenti quel che ho scritto è piaciuto particolarmente: @paola_favarelli ha retwittato 22 dei miei tweet a lei “la palma d’oro”

Ok, ma che vuol dire tutto questo? Che un evento importante viene discusso e raccontato collaborativamente.

Di questo racconto io ho fatto parte, in un certo modo. Un modo che (non sempre me ne rendo conto sul momento) è stato particolarmente apprezzato. Un modo che ha favorito legami che si sono creati con molti utenti, sia in rete e quindi on line, che off line direttamente al #Bto2012.

 

Scrivo su blog e riviste. Mi occupo di comunicazione e marketing sul web come digital strategist con focus sui media sociali.