Ciao, sei sulla versione mobile del mio sito. Da smartphone leggi meglio in verticale, da tablet in orizzontale

#vivereconnessi, internet è una commodity

#vivereconnessi, internet è una commodity
19 dicembre 2013 Rocco Rossitto

Chiedono, com’è per voi il Futuro? Così ho risposto in video, tenendo conto che il tema/titolo della Social Media Week 2014 è “The Future of Now: vivere connessi

[iframe src=”http://www.youtube.com/embed/7lDzGwPDaxI” width=”100%” height=”480″]

Che vuol dire quindi che “internet è una commodity e nessuno stupido ci chiederà quante ore siamo stati connessi oggi“?

Vuol dire forse che staremo collegati, chini sui nostri device per 24 ore su 24, in mobilità così come a lavoro, riducendo i rapporti personali, non usciremo più di casa, non andremo al cinema, faremo meno l’amore, etc.?

No, vuol dire una cosa diversa, e così lo immagino io, il futuro, pensando a #vivereconnessi.

Quante ore di elettricità consumiamo? Nessuno di noi sa rispondere esattamente, perché l’elettricità fa parte ormai del nostro quotidiano senza che, evidentemente, ce ne rendiamo conto, senza contare quanto tempo la usiamo. L’elettricità è uno dei “motori” su cui non prestiamo, ormai, attenzione.

Allora “internet è una commodity” vuol dire che internet sarà diffusa e garantita, non ci saranno zone (o saranno “prossime allo zero”) non coperte da segnale e useremo internet in connessione con le cose per tutte quelle cose che potranno facilitare la nostra vita. Questo non limiterà la nostra capacità di scelta, anzi ne aumenterà le possibilità.

La partita sul #vivereconnessi si gioca tutta qui. La direzione è già questa, e stiamo già camminando, ma non tutti sono in movimento.

Quanto più tardi arriveremo, quanto meno “futuro” vivremo.

Scrivo su blog e riviste. Mi occupo di comunicazione e marketing sul web come digital strategist con focus sui media sociali.