fbpx

MiceCars

MiceCars
11 Novembre 2008 Rocco Rossitto

Intervista ai Micecars per Italica!

 

Da dove nasce il nome della band e perché questo nome
Peter t./Little p.: MiceCars nasce da un gioco di rimandi e assonanze linguistiche intrapreso nel momento in cui abbiamo deciso di formare un gruppo. Il nome ci è piaciuto subito perché facile, ironico e per niente altisonante

Chi siete e quale strumento suonate
Peter t./Little p.: Il gruppo è composto principalmente da quattro unità più una, e anche se in  fase di registrazione ognuno suona un po’ di tutto da un punto di vista live  la suddivisione è più netta: noi due ci occupiamo delle chitarre e delle voci, Matteo al basso e synth, Lele alla batteria. Il più uno a cui facevamo riferimento prima è invece P.L., vera eminenza grigia ed inestimabile fonte dialettica del gruppo.

Età media
Peter t./Little p. Diciamo sui 28

Da quanto suonate assieme
Peter t./Little p.Quasi cinque anni

Quanti dischi all’attivo
Peter t./Little p. Un demo, Gewgaw tunes (2004), alcune compilation (tra cui la raccolta del Fiberfib 2004) e un disco, I’m The Creature, edito da Homesleep nel 2006

Quanta gente al primo concerto e dove
Peter t./Little p. Circa 800 persone al Circolo Degli Artisti il 29 febbraio 2004, al 99% venute per assistere al gruppo per il quale aprivamo, gli Yuppie Flu. Un vero shock!

Come nascono le vostre canzoni: chi scrive i testi e chi la musica
Peter t./Little p. Entrambi ci occupiamo dei due aspetti. L’aspetto musicale, dopo la prima stesura, è poi curato collettivamente.

Nascono prima i testi o la musica
Peter t./Little p. E’ totalmente indifferente

Campate di musica o fate altro nella vita, e cosa
Peter t./Little p. Campiamo, e bene, di musica. Stiamo infatti per acquistare un’isola in Grecia.

Il disco che vi sarebbe piaciuto fare
Peter t./Little p. Senza ombra di dubbio, il nostro prossimo!

Cosa ascoltate in questo periodo, fateci  qualche nome
Peter t./Little p. Bon Iver, Samuele Bersani, David Bowie, Talking Heads

I-pod o stereo
Peter t./Little p.Stereo

Il genere che proprio non riuscite ad ascoltare
Peter t./Little p. Ascoltiamo tutto, siamo curiosi ed insaziabili ascoltatori.

Un libro che avete letto di recente
Peter t./Little p.Tony Visconti –Bowie, Bolan and The Brooklyn Boy e Qualcosa di molto divertente che non farò mai più di David Foster Wallace

Una mostra d’arte che avete visto di recente
Peter t/Little p. : La mostra fotografica di David Lynch a Roma e l’esposizione degli scritti universalistici dei Rosa-Croce a Barcellona

Quante ore passate davanti al pc al giorno
Peter t./Little p. Mediamente un paio

Il posto più lontano dove avete suonato rispetto a casa vostra
Peter t./Little p. Festival Internacional de Benicassim, Spagna

Un posto dove non avete suonato in Italia e vorreste invece
Peter t/Little p.: Sicuramente l’Init Club a Roma

Una canzone delle vostre che consigliate a chi non vi ha mai ascoltato
Peter t./Little p. Forse Americans

Vino o birra
Peter t./Little p. Pernod

Che giornali leggete
Peter t./Little p. L’osservatore romano e ogni tanto, Il Romanista

Un programma in Tv
Peter t./Little p. Siamo molto attenti alla programmazione del Gambero Rosso

Una canzone per il mattino, una per il giorno e una per la notte
Peter t./Little p. Wake me up (Wham!), The Chaffeur (Duran Duran) e Archangel (Burial)

Vi annoiano più le interviste via email o quelle di persona?
Peter t./Little p. Quelle di persona via email

+ + +

Ascolta qui: myspace.com/micecars

Vengono prodotti da: homesleep.com

Cover Lover è un podcast di canzoni che hanno una nuova vita.Clicca qui e ascoltalo su Spotify
+