fbpx

Graph Search: ecco il motore di ricerca di Facebook.

Graph Search: ecco il motore di ricerca di Facebook.
15 Gennaio 2013 Rocco Rossitto

Lo avevo anticipato (provando a ragionare) stamattina su Wired.it: Facebook lancia Graph Search, il suo motore di ricerca. Al centro la connessione tra gli amici e le informazioni che decidono di condividere. Impressionanti i numeri di Graph Search: “1 billion people, 240 billion photos 1 trillion connections“.

Graph Search servirà dunque ad avere una visione completa di ciò che decidiamo di condividere su Facebook:  potremo cercare le foto di un amico scattate prima di una data, o in un luogo specifico. I risultati di ricerca riguarderanno i contenuti che condivideranno gli amici o quelli resi pubblici dagli utenti.

Graph Search scaverà però anche nei nostri interessi, restituendo risposte su (ad esempio) luoghi in cui siamo stati con amici: ovviamente se quando ci siamo stati abbiamo fatto un check-in con Facebook dicendo dove ci trovavamo e con chi.

Stesso ragionamento per quel che riguarda le serie tv, la musica, e tutto ciò che fino ad adesso abbiamo condiviso e che è catalogato: quando mettiamo like su una Pagina, quella Pagina ha indicato a che categoria appartiene.

Graph Search restituirà quindi anche i risultati inerenti alle pagine e alle attività “fisiche” presenti su facebook, restituendo anche risultati geolocalizzati

Da questo link è possibile prenotarsi per testare Graph Search: https://www.facebook.com/about/graphsearch

Si consolida la partnership con Bing per i risultati extra facebook: avevo ipotizzato, sbagliando stavolta, un vero e proprio motore di ricerca non dipendente da nessuno. Secondo me, comunque, ci arriveranno nei prossimi anni. Bing invece servirà come supplente per quelle ricerche in cui Facebook non sarà in grando di restituire risultati, come fa notare The Verge.

Intanto Graph Search permetterà di trovare amici sulla base degli interessi e di ciò che si decide di condividere: questo, al di là del dato tecnico, la sostanziale novità presentata oggi.

Non più solo “vecchi amici”, ma una vera e propria social discovery! Un cambio di rotta neanche tanto tra le righe, ma di cui ci renderemo conto molto presto.


 

Conosci già la mia newsletter? Si chiama Una cosa al giorno ed è un punto di partenza per persone curioseScoprila!
+