Ciao, sei sulla versione mobile del mio sito. Da smartphone leggi meglio in verticale, da tablet in orizzontale

Blog – Rocco Rossitto

  • Article

    La mia #hypexperience prima parte

    Confessione: ho un conto con la stessa banca da quando ho 18 anni e sono andato a studiare a Bologna, prima di tornare a Catania. Non ho mai avuto una carta di credito associata e sono andato avanti con la PostePay e ricariche alla posta e al tabacchino. Ho da poco preso una carta di credito di quelle famose...

  • Article

    #Verybello (è) la metafora dell’era Renzi

    Questa mattina ho scritto uno status su Facebook che diceva così: Tutta la storia di Very Bello la vedo come una grande metafora dell’era Renzi. Chi ha prestato il fianco “al cambiamento che non c’è” (come l’isola di Peter Pan) si sveglierà da un sonno/sogno che ha deciso, volontariamente e colpevolmente, di dormire. Così come il sito verybello è...

  • Article

    Secondo Me Scrivere Così Non Attira La Giusta Attenzione

      Vado al nocciolo: Secondo Me Scrivere Così Non Attira La Giusta Attenzione. Non dico che non la attira, probabilmente è così, uno viene “attirato” a guardare un titolo Che Inizia Con Le Maiuscole. Ma poi? Poi che succede se io sono attirato Dalle Maiuscole E Non solo Dal Contenuto? Faccio un passo indietro. “L’altro giorno” vedo passare un...

  • Article

    I numeri (del primo anno) di ‘una cosa al giorno’

    In realtà non è il primo anno. Una cosa al giorno nasce a marzo, questo report copre da quel giorno fino al 18 dicembre, ma insomma ci siam capiti. Ce lo ha mandato Mailchimp. È quindi un template standard che loro riempiono con i dati dei clienti a pagamento: non ho ricevuto identico report su altri account. A vederli...

  • Article

    Perché non devi mai invitare i tuoi amici a mettere mi piace sulla tua pagina

      Premessa: il vero titolo è “Ma perché devi ancora scrivere un post del genere?” La risposta è molto semplice: nonostante tutto (anni che stiamo su Fb, corsi, articoli, etc etc) succedono ancora due cose. La prima è che qualcuno, costantemente, ti chiede di mettere like alla sua pagina. Cioè ad una pagina che amministra o per lavoro o...

  • Article

    Una proposta per Twitter e Instagram (che non si fileranno di striscio)

    Twitter e Instagram hanno profonde differenze, ma fondamentalmente hanno molte cose in comune. Concordo con il founder di Twitter quando dice che Twitter ha un peso maggiore nella società rispetto ad Instagram. Questo è innegabile. Così come non si può negare a Instagram di aver creato un ambiente per la diffusione di immagini e foto (ah, sì anche i...

  • Article

    Let’s Plague a better place

    Dunque Plague è (quasi) perfetto. Non segui nessuno, nessuno segue te. Non ci sono gerarchie, nè influencer. Non ci sono amici o follower. Non puoi taggare nessuno, nè essere taggato. Non ci sono rotture. Ci sono solo i contenuti. Se ti piacciono fai uno swipe up, se non ti piace swipe down e tanti saluti. Crea dipendenza. Soprattutto la...

  • Article

    Il problema di Instagram non sono i fake follower, ma i ghost follower.

    Poco tempo fa Instagram ha annunciato e attuato una vera e propria “purga” cancellano milioni di account fake, ovvero finti profili generati da bot che poi venivano venduti (e comprati) tanto al chilo. Il problema dei fake account è un problema e non riguarda solo Instagram. Pensate ai like venduti su Facebook o agli account di Twitter. Ma questo...